Comunicati Stampa


 

02.07.2019

RENAULT TRUCKS IN TESTA ALLA CLASSIFICA HAPPYINDEX®ATWORK 2019

«Choose my Company» ha comunicato la sua classifica 2019 HappyIndex®AtWork delle aziende in cui si lavora bene. Renault Trucks è al primo posto nella categoria delle aziende con più di 5.000 dipendenti.

Per assegnare il titolo HappyIndex®AtWork, indice della motivazione e dell'impegno dei dipendenti, «Choose My Company» si basa sui risultati di un importante sondaggio europeo annuale, anonimo e altamente partecipato. I punteggi provengono esclusivamente da dipendenti che hanno valutato la propria azienda, su base volontaria, secondo sei criteri: sviluppo professionale, dirigenza, ambiente di lavoro, retribuzione e riconoscimento e, infine, piacere.

Con un tasso di partecipazione record, i dipendenti di Renault Trucks hanno permesso alla loro azienda, appartenente al gruppo Volvo, di posizionarsi al primo posto nella classifica delle aziende con più di 5.000 dipendenti, con un punteggio di 4,75 e una percentuale di raccomandazione del 68%. Il 78% sono inoltre orgogliosi dei prodotti e dei servizi offerti dalla casa automobilistica.

All'annuncio dei risultati, Thierry Fayette, Direttore delle Risorse Umane di Renault Trucks SAS, ha dichiarato: «Siamo molto orgogliosi di questa classifica, che conferma il nostro impegno per soddisfare le esigenze dei dipendenti. Comunicare una direzione chiara, migliorare il benessere sul lavoro, agire quotidianamente per la diversità e l'inclusione e consentire ai dipendenti di trovare il giusto equilibrio tra vita professionale e vita privata sono elementi chiave. Andiamo nella giusta direzione e questo ci incoraggia a rafforzare il nostro impegno per continuare ad essere performanti ed affrontare efficacemente le sfide del nostro settore.»

I dipendenti di Renault Trucks apprezzano anche la flessibilità di cui godono:

«Renault Trucks fa parte del gruppo svedese Volvo. Ci siamo ispirati alla cultura nordica, dove l'equilibrio tra vita professionale e personale è molto importante», spiega Anne-Laure Pajou, responsabile delle assunzioni.

«In particolare, abbiamo messo a punto una procedura a favore del telelavoro, che l'azienda incoraggia da diversi anni».

Anche la mobilità interna, locale o internazionale, è facilitata dall'azienda e dal gruppo di appartenenza: «Oltre ai diplomi, riconosciamo anche le competenze trasversali acquisite dai nostri dipendenti nel corso della loro carriera». E conclude: «In Renault Trucks, i percorsi professionali sono raramente lineari.»