Comunicati Stampa


 

12.05.2014

OPTIFUEL CHALLENGE 2014: CONCLUSE LE SELEZIONI ITALIANE PER LA SFIDA ALL'ULTIMA GOCCIA DI CARBURANTE

È terminata la selezione italiana dell’Optifuel Challenge 2014, la competizione di Renault Trucks dedicata allo stile di guida razionale dei veicoli industriali. Quattro sfide disputate a Catania, Roma, Verona e Milano hanno impegnato decine di autisti professionisti per selezionare gli otto finalisti italiani che si contenderanno la rappresentanza del Tricolore nella finale europea di Lione.

 

Guidare un autoarticolato carico, per circa un'ora, su un percorso che riproduce le reali condizioni di lavoro, cercando di consumare la minor quantità di gasolio. È questa la sfida che decine di conducenti professionali di veicoli industriali hanno affrontato durante le quattro tappe italiane dell'Optifuel Challenge, la competizione sulla guida razionale organizzata da Renault Trucks. E per la prima volta, il confronto avviene al volante della nuova gamma stradale Renault Trucks T. I concorrenti si sono alternati alla guida di tre trattori dotati di motore da 460 CV e cabina Sleeper Cab ed equipaggiati con il Pack Fuel Eco (che comprende le dotazioni dedicate alla riduzione del consumo di carburante), che formavano autoarticolati con massa complessiva di trenta tonnellate.

“Anche quest'anno, Renault Trucks Italia s'impegna nell’Optifuel Challenge, per ribadire la nostra leadership nella gestione economica del veicolo industriale, ma anche per far provare la nuova eccezionale gamma stradale ai professionisti dell'autotrasporto”, spiega Stefano Ciccone, Amministratore Unico di Renault Trucks Italia.

La prima fase dell'Optifuel Challenge ha previsto l'iscrizione dei partecipanti attraverso la Rete di vendita Renault Trucks Italia. “Guidare un camion della Losanga non era un requisito obbligatorio per partecipare alla competizione, anzi abbiamo sollecitato la partecipazione anche di autisti e imprenditori che lavorano con modelli di altre marche, per mostrare sul campo i vantaggi della nuova generazione Renault Trucks”, spiega Roberto Sterza, Direttore Marketing e Comunicazione di Renault Trucks Italia.

Ai quattro appuntamenti per la prova pratica – che si sono svolti a Catania, Roma, Verona e Milano – hanno partecipato l'autista e il titolare o il responsabile flotta dell'impresa. Entrambi hanno seguito in primo luogo un sintetico corso di formazione in aula sui principi e sull'importanza della guida razionale. Poi, l'autista ha iniziato la prova pratica, mentre il responsabile dell'impresa ha approfondito con gli esperti Renault Trucks le tecniche, gli strumenti e i servizi offerti dalla Losanga per ridurre i costi d'esercizio dei veicoli industriali e i vantaggi del sistema Infomax per seguire le prestazioni dei conducenti.

La prova di guida razionale durava, a seconda delle varie tappe, da quaranta a sessanta minuti e si è sviluppata su un itinerario con caratteristiche varie, che valorizzavano uno stile di guida improntato al risparmio di carburante e alla sicurezza. “Abbiamo cercato di disegnare percorsi che rispecchiassero un utilizzo normale del camion, con percorrenze su autostrade, strade interurbane e attraversamenti di abitati con semafori e rotonde. L'obiettivo era consentire al conducente di guidare anticipando gli eventi, accelerando e frenando in modo progressivo”, precisa Sterza. Il concorrente è sempre stato affiancato da un formatore Renault Trucks Italia, che aveva il compito di verificare la correttezza della gara e rilevare eventuali infrazioni al Codice della Strada, che avrebbero comportato una penalizzazione nel punteggio finale.

Al termine del giro, un addetto di Renault Trucks ha estratto i dati dal camion tramite lo strumento di diagnostica e gestione flotte Infomax, che rileva i diversi parametri che sono usati per stabilire il punteggio individuale e stilare la classifica finale della gara: “Non abbiamo considerato solamente i consumi, ma anche le altre informazioni sulla guida che determinano lo stile degli autisti, come per esempio il tempo in cui il motore ha girato al minimo, l'impiego del sistema Optiroll, il numero di frenate e la velocità media. Inoltre, abbiamo inserito le penalità causate da eventuali infrazioni al Codice della Strada. Con questi dati, il programma ha determinato il punteggio”, conclude Sterza.

La classifica di ogni tappa ha nominato i semifinalisti italiani che si disputeranno a Settembre i due posti della “nazionale” italiana alla finale europea dell'Optifuel Challenge di Lione: Antonino Foti della International Transport Service e Giuseppe Donzelli della D&D Trasporti primi a Catania; Emilio Bracaglia dell'Autotrasporti Pigliacelli e Raniero Corazza della Ecoservice primi a Colleferro (Roma); Agostino Kuel dell'Autotrasporti Cavagna e Stefano Rocchetto dell'Autotrasporti Rossato Daniele primi a Vigasio (Verona); Ion Ciobanu della Tipes e Loris Caragnano della Cop.a.v. primi a Milano. La finale italiana si svolgerà a Settembre.

Pero, Maggio 2014